Report 01-05 febbraio 2022

Con una improvvisa giravolta, il meteo ci ha regalato giornate limpide e soleggiate – con qualche debita eccezione, ovviamente – che sono culminate in pomeriggi primaverili, durante i quali sono uscite in volo le prime farfalle dell’anno: Vanessa atalanta, Vanessa Io e Cedronella.
La Cinciallegra ha preso a cantare e la Gazza ha cominciato a rinnovare il suo nido. Altri uccelli – in particolare Merli, Migliarini di palude e Lucherini – sono improvvisamente diventati molto più numerosi e chiassosi; forse sono già in movimento. Io però assegno il titolo di primi migratori dell’anno ai sette Combattenti che sono apparsi a metà della settimana, battendo solo di un paio di giorni un gruppo di 15 Piro-piro culbianco. Quei pochi Piovanelli pancianera, associati con Pavoncelle, che si fanno vedere alla Cassinazza fin dall’inizio di Novembre hanno invece svernato in zona. Nelle mie passeggiate incontro a volte il Tarabuso; credo siano almeno tre diversi individui, ciascuno nel suo territorio ben definito. La Gallinella d’acqua è una delle specie tanto frequenti da essere considerata banale; durante i mesi dell’inverno si concentra numerosa attorno e dentro la cascina. Ma lo stesso passa sempre inosservata.