Cesene e Biancospino, che feeling!

Una delle grandi ricchezze della biodiverisità è avere a disposizione, sempre, qualcosa da mettere sotto i denti, o nel becco. Gli alberi e gli arbusti si alternano nel produrre frutti e bacche durante tutto l’anno, così da garantirsi che gli animali ne mangino il più possibile. Con un banchetto troppo ricco, concentrato in pochi mesi, molti semi resterebbero sprecati, a marcire sugli alberi (e qui, noi umani, abbiamo da imparare). E il vantaggio è doppio: gli animali disperdono i semi di tutti e trovano da mangiare in ogni momento. Questo, ad esempio è il momento delle bacche di Biancospino, pronte e mature nel periodo dell’anno in cui arrivano, dal Nord, le belle Cesene. E’ una bella coordinazione!