Report del 24 agosto 2019

Come la settimana scorsa facevano le Rondini, che ora sono partite quasi tutte, oggi i Balestrucci formavano una grande concentrazione: anche loro si apprestano a migrare verso sud. I Rigogoli lo hanno già fatto; per la prima volta dopo molti mesi non si sente più il richiamo flautato dei maschi o il caratteristico miagolio delle femmine.
Il posto di quanti sono partiti è stato preso dalla Balia nera, che è arrivata davvero in gran numero, dal Beccafico, dal Luì grosso e dal Beccaccino, tutti quanti alla loro prima comparsa autunnale.
Bizzarra è la sola definizione che si può dare alla presenza di un Ibis scarlatto, specie sud-americana, che non può che esse fuggito dal parco zoologico non molto distante dalla Cassinazza e  che già in passato ci ha offerto molte specie esotiche.
Stanno passando anche i Falchi pecchiaioli; alcuni sorvolano la Cassinazza, altri non perdono l’occasione di sostare. Li si incontra nel bosco, dove sono maestri nel dissimulare la loro presenza: se disturbati si spostano restando tra le piante e, invariabilmente, vanno a posarsi sui rami bassi, nell’ombra delle chiome.