Report del 2 marzo 2019

Oggi si è visto un Corriere piccolo; considerato che il singolo Combattente e i circa 10 Piro-piro culbianco sono gli stessi che hanno trascorso tutto l’inverno alla Cassinazza, lo possiamo a pieno titolo considerare il primo limicolo che ci ha portato la migrazione di primavera. Altri nuovi arrivati sono il Tordo bottaccio, il Fanello, il Voltolino e, con l’inizio dei lavori di aratura dei campi, è ricomparso uno stuolo di Aironi guardabuoi, che invece erano del tutto assenti fino alla scorsa settimana.
Nei giorni scorsi c’è stato il transito di alcuni gruppi di Gru, senza però che nessuna abbia sostato nei nostri territori.
I due Nibbi reali hanno sostato per tutta la settimana e sono tuttora presenti; uno di loro lo abbiamo sorpreso questa mattina ancora appollaiato sull’albero dove aveva passato la notte.
Questa lunga serie di giornate dalle temperature decisamente fuori stagione ha stimolato la vegetazione: sono in piena fioritura il Pioppo bianco, l’Ontano, l’Olmo e stanno per fare altrettanto il Salicone e il Corniolo e nei prati si vedono anche numerosi fiori di campo. Quello che più degli altri è simbolo delle fine della stagione fredda, alla Cassinazza è anche il meno diffuso: il Leucojum vernum – finora – è presente con una sola piccolissima stazione, costituita da una manciata di capolini fioriti.