Report del 1 Agosto 2020

Nei giorni appena trascorsi il caldo è diventato insopportabile e il birdwatching è possibile solo nelle prime ore del mattino.
Le giovani Sterne che per prime hanno preso il volo si sono subito allontanate, assieme ai loro genitori: hanno fretta, li aspetta un lungo viaggio. Lo percorreranno gradualmente e con molte tappe, ma è pur sempre una delle migrazioni più lunghe del mondo animale. Sui nidi restano ancora diversi pulcini delle covate più tardive, che devono completare il loro sviluppo.
Tra le poche altre specie che ancora sono impegnate con i loro nidi e pulcini ci sono le Gallinelle d’acqua, con alcune covate che si stanno schiudendo proprio in questi giorni. E poi il Lodolaio – come ho già detto – che aspetta Luglio e Agosto per avere prede in gran numero tra i piccoli uccelli, i nuovi nati e i migratori, e non solo: proprio in questo periodo trova a sua disposizione anche una enorme abbondanza di libellule. Si intravedono i primi movimenti; anche se, per la verità, un Pigliamosche e una Balia nera non costituiscono una migrazione. Sono comunque un piccolo segnale anticipatore.
Per completare le foto del trittico dei tre aironi più comuni, questo Airone cenerino, immerso nel mare verde della risaia, ha catturato quello che sembra un grosso girino di rana e se lo è poi inghiottito subito dopo lo scatto.